Interzonenzüg E2002 Ludwigsstadt-Saaleld 

Interzonenzügen era l’appellativo con cui si indicavano treni passeggeri tra la la Repubblica federale tedesca e la DDR . Oltre agli espressi a lunga percorrenza (FD) che collegavano le grandi città dell’Est (Berlino, Lipsia) con quelle dell’ovest (Francoforte sul Meno, Colonia, Monaco) esistevano anche servizi a carattere locale indicati come Kleiner Grenzverkehr (servizio frontaliero locale); questi servizi erano riservati alle persone che vivevano in zone di confine definite ed erano soggetto a restrizioni speciali nel trasporto di beni e oggetti.

interzonen-map.jpg

Vista la natura molto modesta del traffico gli Eilzug (treni accelerati) avevano composizioni minime come E2002 Ludwigsstadt- Probstzella-Saaleld che prevedeva una carrozza DB tipo Silberling, una carrozza a due piani della DR affidate alla locomotiva DB V100.

 

interzonen orario

Pubblicato in 1435 mm, ferrovie defunte, ferrovie tedesche, grandi treni BlueBrixx, i viaggi di sportinglife, scala L, treni internazionali, treni LEGO | Lascia un commento

The Harwich Ferry Train

Nel 1923 l’allora Great Eastern Train Ferry Company, in collaborazione con le ferrovie dello stato belghe (CFB/BSM), introdusse un servizio di traghetti ferroviari da Harwich a Zeebrugge per il traffico ferroviario merci verso il continente. Successivamente il servizio venne gestito dalla LNER, subentrata alla GER poi dalla British Rail fino alla sua completa cessazione nel 1987.

carrifrigocfb1.jpg

tf_009 (1)tf_021

carro belga ing.png

5580248864_00e785a342_b.jpg

Pubblicato in 1435 mm, ferrovie inglesi, livree ferroviarie, scala L, treni LEGO | Lascia un commento

Il merci “derrate”

I carri speciali frigorifero trasportavano, oltre alla merce deperibile, gli agrumi e altri prodotti mediterranei notoriamente assenti nelle produzioni agricole nord europee. I carri coibentati con pareti in legno e tetto spiovente vennero introdotti fin dal 1856 dalla S.F.A.I (Strade Ferrate dell’Alta Italia)  in seguito contribuirono a diffondere l’immagine delle ferrovie dello stato (FS) in ogni angolo d’Europa fino ai primi anni’80.

frigo1

La tara di questi carri era di 16 tonnellate, con una capacità di carico di 13 tonnellate, comprensive di 3 tonnellate di ghiaccio contenute in gabbie di ferro zincate.

frigo2

Senza nome.png

I treni venivano composti in Italia per Svizzera, Germania, Scandinavia, Benelux e Gran Bretagna.

treno derrate.png

Le direttrici principali di transito verso il nord erano il Moncenisio in Francia e il San Gottardo in Svizzera. I carri, con destinazione Inghilterra, venivano instradati per lo più via Calais /Dunkerque (Francia) -Dover  o via Zeebrugge (Belgio)/Harwich.

carri-italiani-a-hove-1.jpg

Per l’uso sulle linee inglesi, i carri frigo presentavano una sagoma più stretta, 2544 mm in luogo dei 2904 mm in uso sulle linee europee. Una banda rossa orizzontale, sulle pareti laterali, ne permetteva un immediato riconoscimento e un grosso simbolo, raffigurante un’ancora, segnalava la possibilità di utilizzo su tutti i traghetti europei. garantendone il transito su tutte le linee europee.

frigo-chg.jpg

frigo35_45

frigo3

Carri Bluebrixx

Bluebrixx ha in programma di produrre una gran quantità di carri coibentati/frigoriferi a due assi e carrelli di varie epoche (III/V) con garitta/piattaforma e senza e in varie livree (bianco/giallo/marrone)

refeers

con qualche piccolo adattamento si può ulteriormente ampliare la gamma di carri disponibili ambientatili in Europa continentale, nel Regno Unito o in entrambi in epoca III/Vreefers2

In particolare i carri inglesi presentano passo più corto e tetto arrotondato, mentre i carri italiani presentavano un passo più lungo il tipico tetto a spiovente e l’eventuale  banda rossa quando ammessi a circolare nel Regno Unito. L’imperiale, a seconda delle epoche, può essere di colore grigio scuro/nero, alluminio o bianco.

frigogiallo0

Con poca spesa decals opportunamente realizzate posso ulteriormente arricchire il modello

orignale bluebrixx piccola

L’originale Bluebrixx senza decals applicate

50958871_490148231516776_8969121019587461120_n50881492_490148228183443_8117354667496701952_n

decals originali bluebrixx

orignale bluebrixx mod.jpg

Carro FS trasporto derrate per l’Inghilterra

orignale bluebrixx DRG

Carro DR  Kuhlwagen

orignale bluebrixx gnr

carro coibentato GNR

orignale bluebrixx ne

carro coibentato LNER (su carri merci era spesso abbreviato in NE North Eastern)

orignale bluebrixx driv

carro coibentato (Kuhlwagen) Deutsche Reichsbahn

orignale bluebrixx seefische

orignale bluebrixx DR mod.jpg

carro coibentato (Kuhlwagen) per il trasporto pesce delle Deutsche Reichsbahn

orignale bluebrixx SFL.jpg

carro coibentato fittizio “Gelati Motta” della SFL (Società Ferrovie Locali) epoca III

orignale bluebrixx interfrigo.jpg

carro interfrigo fittizio della SFL (Società Ferrovie Locali) logo tipo E646 epoca IV

chiquita

intefrigo trasporto banane

spar

intefrigo SPAR

Pubblicato in DR, DRG, ferrovie defunte, ferrovie inglesi, livree ferroviarie, scala L, treni internazionali, treni LEGO

Grandi treni SIFTI

Treni merci

  • Treno merci raccoglitore (Wagonload freight o carload US)

I treni merci raccoglitori servono a smistare i carri destinati alle varie stazioni della linea e a raccogliere i carri destinati alle altre stazioni della linea medesima. I treni composti in modo che le manovre siano agevoli, sono divisi idealmente in sezioni che contengono tutti i carri per una certa destinazione. Parimenti in ogni stazione i carri raccolti verranno inseriti nella sezione di destinazione. La velocità di questi treni è di solito contenuta in 65 km e la difficoltà delle manovre hanno reso questa modalità di trasporto poco competitiva con il trasporto stradale. In composizione carri con stanti, carri a sponde, carri chiusi e cisterne a due assi. Lungo il treno sono posizionati carri con garitta del frenatore. La trazione è affidata a piccole locotender a vapore o locomotive diesel

  • Treni merci completi (“trainload”)

Convoglio di composizione omogenea o eterogenea per tipo di veicoli e merce trasportata con una sola destinazione. Il treno completo trasporta in modo rapido e regolare ogni tipo di merce dalla stazione mittente alla stazione destinazione. La maggior parte dei treni completi oggi sono costituiti da un solo tipo di veicoli per uno specifico tipo di merce (cereali, carbone, combustibili, automobili).

I mezzi di trazione affidati ad ogni settore sono caratterizzati da un apposito logo

settori.jpg

  • carbone: trasporto carbone, scorie nucleari e simili
  • costruzioni: pietrisco, cemento etc…
  • distribuzione: treni merci raccoglitori e intermodali
  • generale
  • metalli: minerali, rottami
  • combustibili: benzina, petrolio, gasolio, prodotti chimici liquidi
  • Collery train

treno per il trasporto di minerali dalla zona di estrazione al porto. I collery train sono costituita da carri privati a sponde alte affidate ad una locomotiva per manovra pesante

  • Canistracci oilExpress

Treno completo di cisterne a due assi della compagnia petrolifera “Canistracci oil”

  • The Harwich Train Ferry 1923-1987

Nel 1923 l’allora Great Eastern Train Ferry Company, in collaborazione con le ferrovie dello stato belghe, introdusse un servizio di traghetti ferroviari da Harwich a Zeebrugge per il traffico ferroviario merci verso il continente. Successivamente il servizio venne gestito dalla LNER, subentrata alla GER poi dalla British Rail fino alla sua completa cessazione nel 1987.

treno merci

  • “Iron ore train”

treno di minerali. Una lunga teoria di carri scoperti per il trasporto di minerali ferrosi dai giacimenti centroeuropei verso le industrie del bresciano. Per celebrare degnamente la tradizione siderurgica della provincia di Brescia.

  • “Black Diamonds express”

il treno del carbone. I diamanti neri sono raffigurati in forma stilizzata nel logo del carbone. La potente locomotiva diesel alla testa di una lunga teoria di carri a sponde a carrelli

  • Treno intermodale Maersk Italia-Cina

Introdurre breve storia del container

La necessità di ridurre i tempi di viaggio e i costi generati dalle manovre, specialmente a seguito della concorrenza da parte del trasporto delle merci su strada, ha promosso l’uso dei container e dato impulso all’intermodalità. l trasporto di containers, casse mobili e semirimorchi nonché, con l‘Autostrada Viaggiante, di camion accompagnati. Il treno intermodale Maersk collega l’italia con la Cina attraverso la ferrovia dello Stelvio, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Russia e Kazakstan completando l’intero percorso in 3 settimane

  • TEEMStelvioclassic con carri a due assi locomotiva cocco dello Stelvio

Treno merci internazionale completo affidato al cocco dello Stelvio. In composizione diversi carri chiusi, carri refrigerati, cisterne a carrelli, tramogge e carri con stanti

  • Treno merci “Heavy haul” epoca moderna con carri a 4 assi/6 assi rossa 4 assi

Treno merci con carri a carrelli di tipo pesante: carri pianale con coils, carri a sponde, carri chiusi

  • Treno cantiere

loco gialla, gru, carro giallo, ruspa, sponde gialle basso, carro con stanti con tubi, carro due assi per personale con terrazzino, carro a bascula

Treni passeggeri

  • il treno pullman

IMG_3291

Il cc pullman è un treno espresso a lunga percorrenza che collega Brighton con Edimburgo e vv. La composizione prevede tre carrozze pullman della Pullman Car Company in livrea verde oliva e avorio e una carrozza ristorante in livrea rossa cupo. La trazione è affidata alla locomotiva Diesel della serie D41 in livrea dedicata che permette di evitare il cambio di trazione tra i vari sistemi di alimentazione che caratterizzano la rete britannica (catenaria, terza rotaia)

  • L’espresso diurno

A fianco degli espressi più blasonati conosciuti anche al di fuori della cerchia di appassionati cose ferroviarie esistono una miriade di treni espressi che nell’anonimato svolgono un ruolo essenziale nel garantire la mobilità verso i centri medio piccoli. A differenza degli espressi con nome caratterizzati da materiale rotabile e livree dedicate i treni espressi ordinari presentano una composizione eterogenea in termini di tipo di carrozze ed epoca di costruzione. L’espresso 1S76 ne è un tipico esempio Oltre all’immancabile carrozza ristorante inquadrata tra due carrozze a salone per treni rapidi di I e III classe (che possono alla bisogna fungere da ristorante) secondo la prassi consueta nel mondo anglosassone sono presenti in composizione anche due carrozze con porte laterali (“sidedoor” o “centoporte”) che permettono di accedere direttamente agli scompartimenti riducendo i tempi di incarrozzamento e il movimento dei passeggeri lungo in convoglio. Queste carrozze, pensate principalmente per il traffico suburbano, non sono rare come rinforzo negli espressi ordinari e non sono invise all’utenza soprattutto quella che usa il treno per spostamenti medio-brevi

fast suburban.png

Treno suburbano

Oggi il treno suburbano è operato a mezzo di bidonetti

il treno locale

Nelle ore di morbida e sulle tratte meno affollate i treni locali presentano variegate composizioni che includono il materiale vetusto scartato dai servizi più prestigiosi, carrozze a terrazzini e carrozze centoporte senza intercomunicante per aumentare la capacità di trasporto. Non sono infrequenti carri merci e postali

composizione

  • carrozza a carrelli senza intercomunicante
  • carrozza a terrazzi a due assi a passo lungo
  • carrozza mista di 1/2 classe tipo centoporte

The IrishContinentalExpress

Uno dei treni più inusuali che abbia mai percorso la rete ferroviaria britannica nonché l’unico treno che abbia mai collegato Irlanda e Regno Unito. L’ ICE collegava Belfast con Harwich via Dublino-Rosslare-Fishguard-Swansea-Cardiff-London in coincidenza con il traghetto per Oostende. Data la differenza di scartamento nel porto di Rosslare i carrelli venivano sostituiti per adattare lo scartamento. La composizione standard prevedeva 5 carrozze del tipo Emerald32 che includeva: una carrozza letti, due carrozze di prima classe tipo sleeperette una carrozza ristorante è una carrozza di 3 classe. La trazione era affidata in territorio inglese alla locomotiva della classe 40/41, mentre in territorio irlandese ad una locomotiva Diesel classe 32

  • Freccia dello Stelvio/Stilfpfiele

I treni espressi internazionali sono sempre di grande fascino, composti da carrozze di varie amministrazioni. La freccia dello Stelvio era un unicum in questo panorama perché operato da sole compagnie private: le ferrovie nord Milano, la Ferrovia alta Valtellina, La ferrovia dello Stelvio e la ferrovia del Rezia e la MITROPA. Per questo convoglio le ferrovie coinvolte decisero di adottare una livrea uniforme che richiamasse quella di altri grandi espressi. La composizione prevedeva una carrozza pullman di 1 classe, due carrozza pullman di seconda classe, una carrozza ristorante e una carrozza letti. Negli anni 80 il treno venne classificato come Intercity e successivamente come Eurocity

  • TGV Paris-Milano EC “Manzoni”

Il primo treno ad AV ad operare su una linea dedicata e tutt’ora simbolo della AV in Europa. Il primo TGV entrò in servizio sulla linea Parigi-Lione nel 1981. Il TGV viene impiegato sulla relazione Geneve-London attraverso il Tunnel della Manica

10233_4 pezzi

  • ICE 3 Basel SBB-Hamburg Altona 199

lego 60051

  • Velaro E320 “Eurostar” London-Amsterdam 2018

60197 eurostar

  • Shinkansen serie 300 “SuperHikari” 1998 (Nightstar)

nozomi 900

  • Nightstar

Il treno shinkansen classe 0 è stato il primo treno moderno ad alta velocità. È stato introdotto nel 1964 sulla linea del Tokaido tra Tokyo e Osaka in occasione delle Olimpiadi. Dal quel momento la rete ha continuato ad espandersi raggiungendo ogni importante città giapponese.

Il treno della classe 300 SuperHikari è caratterizzato da un profilo molto aerodinamico, livrea bianca con fascia azzurra. Il treno composto da 5 elementi prevede due motrici inquadranti tre rimorchi che includono anche una carrozza ristorante. Questo treno viene impiegato sulle linee AV per i servizi tra Italia e Svizzera sulle linee del Sempione (Genova-Basilea) e del Gottardo (Venezia-Zurigo)

  • FlexiRegio

elettrotreno con un numero variabile di casse utilizzato per una vasta gamma di servizi regionali con diversi allestimenti, dai treni suburbani alle medie distanze e espressi regionali. L’elettrotreno a tre casse di 1 e 2 classe della VSR è utilizzato per i servizi tra Tirano e Landeck sulla ferrovia dello Stelvio.

7938

Le compagnie

  • SIFTI Società Internazionale Ferrovie Tranvie e Interurbani. Livrea verde
  • SFL/LBG: società ferrovie locali/lokalbahn geselschaft. Traffico merce locale. livrea grigio e nera. Creata nel 1967 dalla fusione di ferrovie in concessione. Include le seguenti ferrovie FVS, FVB, FMP, FAV, FSO
  • VSR Valtellina-Stelvio-Resia livrea rossa. Traffico passeggeri e merci sulla ferrovia dello Stelvio Tirano-Landeck
  • PULLMAN CAR COMPANY Livrea oliva/avorio. Treni passeggeri di prestigio in Europa continentale e nel Regno Unito.
  • FERROVIE CENTROPADANE FCP livrea blu. Traffico merci derrate e simili
  • JR Europe: trasporto passeggeri AV
  • MÆRSK: trasporto intermodale
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Carri merci Bluebrixx

bluebrixx-special.jpg

Una panoramica dei carri merci Bluebrixx. I carri sono disponibili da novembre 2018 e verranno proposti con frequenza settimanale indicativa. Prezzo medio 15€ + spedizione.

Carri cisterna: sono previsti carri cisterna a carrelli (epoca IV-VI) e a due e assi con o senza garitta del frenatore (epoca II-III). Le cisterne sono facilmente personalizzabili con decals

tank_wagons50906958_490148241516775_5844815083804295168_n51030768_490148224850110_5867573634469462016_n.jpg

Carri pianali: sono previsti carri pianali con stanti con o senza pareti laterali (epoca IV-VI), carri pianali con stanti sottili a carrelli (epoca III-V), carri con stanti sottili  a due assi (epoca II-V), carri senza sponde a due assi (epoca I-II)

stake wagons

Carri refrigerati o coibentati: con garitta del frenatore, con piattaforma del frenatore, senza garitta. Epoca II-IV

refeers

Carri refrigerati o coibentati: nella classica livrea bianca a due assi con garitta del frenatore, con piattaforma del frenatore, senza garitta (Epoca II-IV) a carrelli, in livrea gialla (trasporto banane epoca III-IV) marrone con superfici corrugate (epoca II-III)

reefers2

carri tramoggia a carrelli per il trasporto di minerali (corto), carbone (lunghi) nella tipica livrea marrone scuro comune a molte ferrovie nell’epoca III-Vhoppers

Epoche ferroviarie (largamente indicative, valide per l’Europa continentale)

  • Epoca I: 1840-1925 Rappresenta il periodo iniziale della storia delle ferrovie, con locomotive quasi esclusivamente a vapore e poca unificazione tra le diverse reti (ferrovie regionali).  Prevalgono i colori scuri: nero (mezzi di trazione), marrone o bruno (carrozze), grigio, bruno (carri merci)
  • Epoca II: 1925-1945 È l’età d’oro del vapore, cominciano a comparire i mezzi elettrici e la segnaletica si trasforma da meccanica a luminosa ed elettromeccanica. Vengono introdotte livree dedicate per le relazioni più importanti.
  • Epoca III: 1945-1970. Parziale scomparsa del vapore, predominio dei mezzi diesel, elettrici e degli elettrotreni.
  • Epoca IV:1970-1985. Modernizzazione del parco macchine, unificazione internazionale delle segnaletiche e dei sistemi merci.E’ l’epoca forse più amata dal modellista per l’estrema eterogeneità del materiale: il vapore è ancora attivo ma l’alta velocità incalza. Le nuove livree sgargianti vengono applicate anche ai mezzi vetusti
  • Epoca V: 1985-2000. Nascita e sviluppo dell’Alta Velocità, revisione stilistica dei mezzi e delle stazioni, separazione amministrativa delle società statali e loro conversione in società per azioni. Scomparsa graduale dei treni passeggeri a composizione ordinaria (locomotiva + carrozze)
  • Epoca VI: 2000-oggi Cominciano a circolare imprese di trasporto private in regime di concorrenza, sia in traffico internazionale che nazionale, con propri mezzi di trazione.  Privatizzazione delle reti nazionali. Completo accantonamento dei mezzi più antichi.
Pubblicato in scala L, treni LEGO | Lascia un commento

Materiale rotabile Bluebrixx

Bluebrixx è una joint-venture sinogermanica che produce materiale rotabile ed edifici a tema ferroviario in mattoncini standard compatibili con la marca più nota al mondo a prezzi abbordabili. Non è un mistero che i prezzi abbordabili siano dovuti all’uso di bricks non danesi, ma questo non importa veramente a nessun, tanto è che i pezzi vanno esauriti dopo un paio di giorni dal loro rilascio (normalmente il martedì). I modelli, di ispirazione centro-europea (ma facilmente adattabili al mondo anglosassone)  e americana spaziano dall’epoca I all’epoca VI, sono di grande realismo, ben realizzati, solidi e facilmente personalizzabili con pochi interventi. L’utilizzo di bricks marroni con cromie leggermente differenti (probabilmente dovuto all’utilizzo di fornitori cinesi diversi) garantisce un realistico effetto pezzatura tipico dei mezzi più vetusti.

EUROPA

LOCOMOTIVE A VAPORE 

locotender 0-3-0 serie 89.0 DRG/DR/DB

Br 89

DR BR 08

DR BR 08_1

DR BR 65

101298_3.jpg

DB BR 01

102525_1.jpg

LOCOMOTIVE ELETTRICHE 

Locomotiva elettrica tipo E69 delle DRG/DB epoca II-V

102147_1

Locomotiva elettrica tipo E44 delle DRG/DR epoca II-V

drg-e.jpg

Locomotiva DB/DR E194

E194Locomotiva DB E50

E50

Locomotiva DB E151

101018_1

Locomotiva DB E103

e103.jpg

Locomotiva DBAG BR 146

101478_1.jpg

LOCOMOTIVE DIESEL

Locomotiva diesel tipo V100 DR epoca IV-VI

Locomotiva diesel da manovra pesante o per treni leggeri. Prodotta dal 1966 al 1985 oggi è nel parco DB come serie 201. Qui è presentata il livrea altrot (rosso antico) databile in epoca IV-V. Ideale per convogli merci, convogli passeggeri leggeri anche di carrozze a due piani

img_5328.jpg

 

Locomotiva DB V200

v200_a.jpgSchienenbus VT 98

101297_1.jpg

Locomotiva diesel epoca III-IV

791ef7c3ed4442ca02dc40d22a186fe8.jpg

locomotive diesel epoca V-VI livrea rosso traffico

d663ff9470682b2d1254c65b14996532.jpg

CARROZZE PASSEGGERI

carrozza per traffico vicinale a terrazzini tipo Donnerbüchse

Il termine tedesco Donnerbüchse è il soprannome per le carrozze passeggeri a due assi a terrazzini di tipo unificato (Einheitsbauart) costruite dal 1921 e il 1931 per le ferrovie statali tedesche DRG. Complessivamente vennero prodotte oltre 8000 carrozze passeggeri con vari allestimenti (2,3,4 classe e miste) e oltre 900 bagagliai. Dopo la guerra le carrozze entrarono nel parco DB, DR e nelle amministrazioni ferroviarie dei territori dell’ex-Reich PKP (ferrovie polacche) e JZ (ferrovie jugoslave). Molte di queste carrozze sono state preservate per treni storici e a scopi museali

101009_1.jpg

carrozze per traffico vicinale a scompartimenti tipo “prussiano”

Le caratteristiche di queste vetture specifiche per il traffico suburbano sono le numerose porte laterali finalizzate alla riduzione dei tempi di incarrozzamento con pedane continue, il tetto del lucernario e la garitta del frenatore sopraelevata. A partire dal 1895, inizia l’introduzione in servizio di queste vetture da parte delle ferrovie prussiane, che durerà fino al 1920. In totale, vengono costruite oltre 3400 vetture, in svariati allestimenti e livree. Più della metà delle carrozze costruite erano di sola terza classe con 9 scompartimenti e 76 posti su panche di legno. Le altre carrozze erano miste di diverso tipo con compartimenti di 1/2/3 classe

prussiana garitta

prussiana

carrozza passeggeri per treni rapidi epoca II-III

101020_1

carrozza passeggeri per treni locali tipo Silberling

 

silberling

carrozze di estremità a due piani per servizi vicinali delle DR

101006_1-e1545055229754.jpg

carrozze a due piani per servizi vicinali delle DR

101007_1

 

DB carrozze TEE 

 

carrozze a due piani per servizi S-bahn

100249_1.jpg

101299_2-1.jpg

CARRI MERCI

carro gru epoca III

carro gru.jpg

carro chiuso con garitta sopraelevata epoca II-III

carro chiuso in uso presso molte ferrovie europee. con cassa in legno o acciaio. Con portellone apribile, e garitta del frenatore. Ambientatile in epoca II-III in composizione a treni merci raccoglitori o treni merci completi. L’imperiale può essere modificato in modo da ottenere carri tutti leggermente diversi Personalizzabile con decals dell’impresa ferroviaria.

100839_1.jpg

carro chiuso con garitta sopraelevata epoca II-III

100840_1.png

La garitta più esile rende il modello particolarmente riuscito

carro chiuso epoca II-III

101044_1

carro chiuso epoca II-III

101481_1 (1)

carro cisterna a 4 assi per il trasporto di liquidi epoca IV-VI

carro cisterna di grande capacità a 4 assi. Indicato per il trasporto di liquidi (combustibili, sostanze chimiche, birra etc.). Ambientabile in epoca IV-VI. Personalizzabile con decals dell’impresa ferroviaria e pittogrammi di pericolo

100847_1

carro cisterna a 4 assi per il trasporto olio pesante

101860_1.jpg

carro cisterna a 4 assi per il trasporto di gas epoca III101861_1.jpg

carro per il trasporto di materiali in polvere101767_1.jpg

Carro per il trasporto di acido epoca II

101771_1.jpg

Carro a 8 assi per trasporti eccezionali (fuori sagoma) tipo Uaais

  • U=carro speciale
  • aa=a sei o più assi
  • i=con piano ribassato
  • s=velocità massima 100 km/h

bluebrixx-trasporti-eccezionali.png

Questo carro può essere conveniente utilizzato per comporre un treno per il trasporto di scorie nucleari

carro a pianale con stanti epoca III-IV

adatto per il trasporto di merci che non temono le intemperie: legno, travi metalliche, coils di acciaio, mezzi di trasporto

100852_1

carro tramoggia epoca III-V per il trasporto di minerali

bluebrixx-tramoggia-4-assi.png

carro a sponde coperto epoca III

100841_1.jpg

carro cisterna con garitta epoca I-II

100845_1

carro tramoggia per il trasporto di carbone epoca IV-VI

100846_1.png

carro tramoggia tipo OOtz 50 

100850_1.png

Per il trasporto di merci sfuse come minerali, carbone, pietrisco. Capacità 75m3, portata 54 tonnellate

carro bisarca per il trasporto di autovetture epoca IV-V

101039_1

carro speciale a 6 assi per il trasporto di coils

100853_1.png

Il carrello articolato garantisce una perfetta iscrizione in curva

carro a due assi a sponde alte

101479_1-1.jpg

carro a sponde alte (gondola) di grande capacità epoca IV-VI

carro a sponde alte con portelloni apribili destinati al trasporto di merci alla rinfusa: rottami in ferro, legname,traverse, sale, zolfo,terre e trucioli di legno, sabbia. Ambientabile in epoca IV-VI. Personalizzabile con decals dell’impresa ferroviaria, freno di stazionamento con volantino giallo etc…

bluebrixx_gondola.png

carro a pianale con stanti epoca I-III

carro-con-stanti-epoca-i.png

carro a pianale con stanti epoca II-IV

carro-con-stanti-epoca-iii.png

carro a pianale con stanti epoca IV-VI

carro con stanti rimovibile di epoca moderna. Per il trasporto di legname, veicoli, travi, tubi, assi di legno, semirimorchi etc…

bluebrixx_carro-con-stanti-1.png

 

carro chiuso con tetto apribile

101864_1

carro frigorifero epoca III con garitta

carro frigorifero o coibentato (con pareti coibenti e ghiacciaie) con garitta del frenatore nella classica livrea bianca. Ambientabile in epoca II-II e personalizzabile con decals dedicate: interfrigo, STEF, trasporto birra etc…

1aeb41d0a9c868f480694fde34f31206.jpg

carro frigorifero epoca III

personalizzabile con filetti e imperiale azzurro, nello stile di carri frigoriferi d’epoca

100842_1

carro frigorifero epoca III per il trasporto banane

frigogiallo0.png

carro chiuso per trasporto merci e collettame epoca III

I carri di questo tipo, a due assi con cassa in legno ed ossatura metallica, sono stati costruiti in migliaia di esemplari per tutte le imprese ferroviarie europee, con e senza garitta per il frenatore, ed hanno costituito per decenni l’ossatura del trasporto merci in Europa.

545b1793de5cead4dcba9f5a201091c6.jpg

carro chiuso moderno

100248_3

carro per contenitori

101300_2

Carro per trasporti eccezionali

100247_1

carrozza pianale per trasporti militari

101040_3

EDIFICI

101043_1

101038_1.jpg

STATI UNITI

LOCOMOTIVE DIESEL

101048_1.jpg

101374_1.jpg101373_2.png101373_2101374_1101393_1.jpg101392_1.jpg101393_1101476_1.jpg

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

“Nahverkehrszug” il treno locale delle DR

Nella territorio della Repubblica Democratica tedesca sono sopravvissute fino alla creazione della DBAG una miriade di pittoresche linee secondarie servite da nahverkehrszug (treni locali). Questi convogli fino alla fine degli anni ’80 erano costituiti frequentemente da carrozze a due assi a terrazzini ex DRG tipo Donnerbüchse  affidate a locotender a vapore della stessa epoca come quelle dalla classe BR 89

La locomotiva DRG br 89.0

  • Anno: 1934
  • Rodiggio: C h2 (0-3-0)
  • Cilindri: 2
  • Diametro ruote motrici: 1100 mm.
  • Diametro cilindri: 420 mm.Corsa: 550 mm.
  • Potenza: 525 PSi (CV)
  • Lunghezza: 9.600 mm.
  • Velocità: 45 km/h
  • Peso per asse: 15,6 ton.
  • Massa di servizio: 46,6 ton.
  • Capacità acqua: 4,5 m3 Capacità carbone: 2,6 ton.
  • Pressione di esercizio: 14 kp/cm2
  • Numero esemplari: 10
  • Numerazione: BR 89 001/010
  • Costruttori: Henschel / Schwartzkopff

Le carrozze Donnerbüchse

Donnerbüchse è il soprannome per le carrozze passeggeri a due assi a terrazzini di tipo unificato (Einheitsbauart) costruite dal 1921 e il 1931 per le ferrovie statali tedesche. Complessivamente vennero prodotte oltre 8000 carrozze passeggeri con vari allestimenti (2,3,4 classe e miste) e oltre 900 bagagliai. Terminata la guerra queste carrozze rimasero in servizio, oltre che nelle due Germanie in tutti i territori dell’ex-reich come prede belliche o in riparazione dei danni di guerra. Negli anni ’50 le DB trasformarono alcune vetture in carrozze pilota per treni reversibili e contemporaneamente iniziarono i primi massicci accantonamenti. Agli inizi degli anni ’60 le DB completarono gli accantonamenti e alcune vennero trasformate in carrozze di servizio. Nei paesi dell’Europa centro-orientale le Donnerbüchse rimasero in servizio fino ai primi anni ’90 sulle linee secondarie. Molte carrozze sono state preservate per treni speciali.

27144-1544473891101009_127144-1543524968

82_br_80_mit_wagon.png

$_72

2axlepassenger.png

2axlepassengerinterior

img_0947.jpg

img_0948.jpg

4142-1377202083

Pubblicato in 1435 mm, DR, DRG, ferrovie defunte, ferrovie tedesche, grandi treni AFOB, grandi treni BlueBrixx, i viaggi di sportinglife, scala L, treni LEGO | Lascia un commento

Gondola

gondola-magenta.jpg

lego-24-white-wall-gondola.jpg

Carri a sponde alte  (2-4 bottoni)5qk4y63n6bgp6tkh6p8qtazp9zzym4gn25209453497_2d5e405f65_b25209462757_416476be38_bblo4stdthqvx9d7mrxq67u68yvnenisp

LUNGHEZZA 24 BOTTONI (6 pannelli) o anche 28 (7 pannelli)

16693647138_4d672de0ba_c.jpg

15916459143_245507d90c_c

rg04

gondola

carri a sponde con apertura.jpg

lego-train-gondola-226208-o.jpg

Carro a sponde basse (1 bottone)

carro sponde basse.jpg

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Locomotiva SIFTI classe (Vt)10

(Vt)10 locotender per treni leggeri e manovra

  • serie (Vt): locomotive a vapore per treni leggeri e manovra
  • numero 1016
  • anno di costruzione 1912
  • periodo di servizio 1912-1980
  • rodiggio 0-3-0
  • servizi: treni leggeri e manovra
  • velocità max 45 km/h
  • costruttore:

Vt10sifti.jpgIMG_3313IMG_3314.

Basata sul modello LEGO 7710

1980_lego_trains_upgrades_1.jpg

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Enlighten 624 mod

Loriginale Enlighten 624, basato sul disegno del “Superchief” LEGO.

Scan20015 - Copia (800x527)

004w.jpg

La sagoma diversa non lo rende compatibile con le carrozze “Emerald Night”, soprattuto per quanto riguarda altezza del tetto e degli intercomunicanti

image11686.jpg

Lunghezza 30 bottoni, con due porte.

MINOLTA DIGITAL CAMERA

Lunghezza 32 bottoni, altezza 6 brick. Sagoma compatibile con le carrozze Emerald Night

IMG_3285IMG_3284

Lunghezza 28 bottoni

enlighten

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento