Tram di Lisbona H0m

La rete tranviaria della capitale portoghese, interamente a scartamento ridotto 900 mm, rappresenta una vera e propria rarità nel panorama europeo, dal momento che è rimsta sostanzialmente immutata dall’epoca della sua costruzione nel 1873; vi sono infatti molte sezioni a binario unico con incroci intermedi, lunghi tratti con binari interposti e forti pendenze fino al 14,5% lungo la Calcada de Santo André. Il materiale rotabile è degno di molto interesse: tutte le motrici in servizio, a parte quelle sulla linea 15 lungo in fiume Tago, sono tram a due assi entrati in servizio nel 1928 (“standard”) e rinnovati nella parte elettrica durante gli anni ’90 (“remodelados”). A partire dagli anni ’70, durante i quali si prospettava la completa cessazione di ogni servizio per altro mai avvenuta, la rete ha subito una sistematica riduzione e oggi rimangono in funzione solo le linee 12, 15, 18, 25, 28 tutte circoscritte al centro storico. La linea di maggior interesse turistico è sicuramente la linea 28 che si snoda lungo un percorso circolare nel pittoresco quartiere dell’Alfama. L’eléctrico de Turismo, caratterizzato dalla livrea storica rossa, percorre un itinerario analogo a quello della linea 28 denominato Colinas de Lisboa.

Tappe fondamentali della rete tranviaria di Lisbona:

  •     1872 si costituisce a Rio de Janeiro la Companhia Carris de Ferro de Lisboa conosciuta come Carris
  •     1873 apertura della prima linea Santa Apolonia-Santo a trazione ippica
  •     1874 costruzione del deposito di Santo Amaro, ancora operativo e attuale sede del museo tranviario
  •     1887 introduzione dei tram ad accumulatori, abbandonati nel 1888
  •     1889 introduzione della trazione a vapore sulla linea lungo il Tago, abbandonata nel 1892
  •     1890 trazione funicolare tipo cable-car su alcune linee appositamente predisposte con scartamento 900 mm
  •     1900 trasformazione dello scartamento da standard a 900 mm su tutta la rete
  •     1901 introduzione della trazione elettrica
  •     1920 riorganizzazione del servizio con linee radiali che fanno capolinea al Rossio
  •     1947 introduzione delle motrici tipo Caixote
  •     1950-1955 abbandono dei rimorchi di prima generazione (costruiti nel 1898/1899)
  •     1958 massima estensione della rete 76 km, 27 linee
  •     1960 abbandono delle linee parallele a quelle del metro
  •     1972 progetto di chiusura dell’intera rete entro il 1977
  •     1974 municipalizzazione del servizio
  •     1989 eliminazione dei rimorchi di seconda generazione (1927)
  •     anni ’90 radiazione delle motrici Caixote
  •     1991-1997 chiusura della maggior parte delle linee
  •     1995 ricostruzione delle motrici standard (“remodelados”); introduzione delle motrici articolate sulla linea 15

I tram tipo Lisboa sono in servizio anche a A Coruña (motrici 100 e 101) in livrea bianco-blu e Sintra in livrea bianco-bordeaux.

Eléctrico de Turismo in livrea storica rossa; a differenza dell’originale il modello non è dotato di salvagente, e privo dell’orripilante velettone turistico (per fortuna!) ed è biderzionale. Come al vero la veletta riporta la dicitura “Colinas de Lisboa-circuito turistico“; questo modello, prodotto in esclusiva per Carris, è acquistabile solo presso il museo dei tram di Lisboa; prezzo indicativo 30€. Scala H0m scartamento 10,6 mm (non può circolare sui binari scala N).

t2

t1

La cassa è ben riprodotta e il rodiggio è sufficientemente dettagliato, mentre il trolley risulta un po’ troppo semplificato

Eléctrico 28 il livrea gialla; Ne esistono due versioni: una in vendita in tutti i negozi di souvenir di Lisbona al prezzo di 12-15€ (anno 2006) che non riporta il logo Carris, come negli anni ’70, né il numero della motrice e una versione venduta presso il museo dei tram di Santo Amaro con logo Carris (aspetto anni 2000) e predellino traforato realistico. La veletta riporta correttamente il numero 28 ma le direzioni Alfama (al vero Martim Moniz) e Lisboa (al vero Prazeres) sono fittizie.

Tram_28E_and_12E_Lisbon_2011

Il percorso del tram 28: di fatto è un tram turistico!

6911845225_a6184099f5_z

La versione acquistabile nei negozi e tabaccherie risulta leggermente semplificata rispetto a quella con logo “Carris”. Le versioni più recenti sono di realizzazione più fine

10114750a2

La versione con logo è stata anche utilizzata per produrre modelli artiginali motorizzati: tra le varie modifiche si nota l’aggiunta di un pantografo monobraccio

1952008204638_tram lis

Una delle immagini più classiche di Lisbona: l’electrico davanti alla Cattedrale

Questa voce è stata pubblicata in scala H0, tram e tranvie, Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.